Tricopigmentazione: effetti e benefici

La tricopigmentazione è una tecnica per il cuoio capelluto che risolve e ripristina una condizione non più esistente dei capelli.

Tabella dei Contenuti

EFFETTO RASATO

La micropigmentazione del cuoio capelluto o tricopigmentazione, nasce per poter risolvere e ripristinare una condizione non più esistente.

Dal punto di vista estetico , chi perde i capelli , vive un forte disagio psicologico. La perdita dei capelli viene associata in qualche modo all’avanzare dell’età, quindi alla vecchiaia. Oggi giorno, nel campo della medicina estetica , ci sono tantissimi trattamenti che permettono di “mantenere” uno stato di giovinezza il più a lungo possibile.

Così , come attività che va a completare o ad affiancare l’autotrapianto , nasce la Tricopigmentazione.

La tricopigmentazione è una tecnica di tatuaggio permanente che crea l’illusione ottica di avere i capelli. Nella famiglia delle Calvizie è l’alopecia andogenetica (AGA) l’inestetismo più diffuso, l’uomo, rispetto alla donna, è maggiormente colpito da questa condizione , per via della trasformazione del Testosterone in Diidrotestosterone, legandosi ad un enzima presente in quella zona. 5° Alfa Reduttasi

Il diidrotestosterone va quindi ad inibire la funzione della papilla germinativa nel nutrimento del bulbo pelifero, non permettendone più la crescita.

L’alopecia androgenetica si può verificare in uno stadio parziale o totale, dividendosi in vari settori. In genere le zone più colpite sono : l’hair line , Mid scalp , Vertex , Corona

Come si svolge il trattamento di Tricopigmentazione?

Dopo aver fatto un accurata analisi in fase di consulenza , l’operatore deciderà il tipo di tecnica da eseguire, se una tecnica di infoltimento o una tecnica che rievoca l’effetto rasato, e in quante zone si dovrà intervenire.

Le sedute si suddividono in tre fasi .

Il Primo trattamento avrà una durata che può variare da 1 a 6 ore, dipende i settori che verranno trattati. Anche se la durata può spaventare, vi assicuro che lo svolgimento di tutto il trattamento prevede una precisione e una concentrazione altamente meticolosa.

La Seconda seduta non verrà mai eseguita prima dei 40 gg, in fase cicatriziale la pelle subirà un processo di rigenerazione epidermico. E’ importante che in questo periodo non venga assolutamente eseguito nessun trattamento di natura tatuatoria. Il rinforzo della seconda seduta prevederà di effettuare tutto il trattamento sulle stesse zone della prima seduta, andando ad intensificare alcuni punti e correggere quelli troppo evidenti. Il trattamento durerà da 1 a 4 ore.

La terza seduta si ripeterà sempre dopo 40 gg. andrà a perfezionare il trattamento , andando a stratificare il lavoro delle altre sedute . Otterremo così una degradazione cromatica.

La tricopigmentazione, a differenza degli altri trattamenti impiegati nella dermopigmentazione, non conferisce un risultato immediato, ci vorrà qualche giorno che il colore inizierà ad emergere per poterne vedere il risultato.

Nel caso della tecnica effetto rasato, si utilizzerà un ago ultra sottile, che con un andamento costante, andrà a depositare il pigmento nel derma.

Come accade per tutti i tatuaggi, il pigmento, a contatto con il nostro organismo, avrà nel tempo maggiore spessore. Proprio per questa ragione, è estremamente importante uscire dallo studio senza notare il risultato.

Il trattamento di Tricopigmentazione conferirà un aspetto soddisfacente nel tempo .. le sedute di ripristino durante l’anno avranno un aspetto fondamentale. Poiché verranno impiegati pigmenti bioriassorbili, è fondamentale revisionare il trattamento periodicamente. Il momento del ritocco verrà deciso in base allo smaltimento del pigmento tramite il nostro sistema immunitario. Più eseguiremo i ritocchi , più il risultato sarà realistico.

Lo sapevi che il trattamento di Tricopigmentazione può stimolare la crescita dei capelli?

Chi ha segnato la storia , nel campo della dermopigmentazione, si è accorto che provocando un “insulto”  la pelle avrà la capacità di ripararsi, producendo nuove cellule. Accade quindi che la stimolazione dell’ago nel derma , potrà rigenerare la papilla germinativa , rinnovandola a tal punto da permettergli nutrizione alla crescita di nuovi peli.

Articoli recenti